• E’ importante seguire una dieta varia ed equilibrata evitando gli eccessi calorici per correggere un’eventuale  presenza di sovrappeso od obesità, fattori di rischio correlati all’eccesso di colesterolo.
  • Evitare cibi ricchi di grassi soprattutto se di origine animale, in quanto contengono colesterolo e grassi saturi che aumentano quindi i livelli di colesterolemia del sangue. Ad esempio:
    • burro, strutto, lardo, salse come maionese, salsa rosa, panna e besciamella
    • dolci ricchi di panna o creme
    • formaggi (gorgonzola, taleggio, mascarpone…)
    • tagli di carne grassi o carni trasformate (salame, salsiccia, mortadella, coppa…)
    • crostacei e molluschi
    • frattaglie
    • cibi fritti
  • Preferire i prodotti meno ricchi di grassi:
    • Latte parzialmente scremato e yogurt magro
    • Formaggi freschi (ricotta, mozzarella, crescenza…)
    • Tra gli affettati bresaola, prosciutto crudo, cotto e speck privati del grasso visibile
    • Carni bianche (tacchino, pollo, coniglio …), tagli magri.
  • Utilizzare come condimento esclusivamente olio extra-vergine d’oliva, meglio a crudo, in quanto contiene acidi grassi monoinsaturi con azione protettiva sul sistema cardiovascolare.
  • Usare metodi di cottura semplici che non richiedano troppi condimenti (al forno, al cartoccio, al vapore, in umido, alla griglia…).
  • Limitare l’apporto di zuccheri semplici: zucchero, miele, bibite e succhi di frutta, dolci in generale (cioccolato, torte, biscotti, caramelle, gelati, merendine…).
  • Limitare l’apporto di grassi idrogenati presenti soprattutto nella margarina, contenuta anche in svariati prodotti da forno come brioche, grissini, cracker, biscotti…
  • Consumare il pesce almeno 3 volte alla settimana, specialmente quello ricco in omega-3 (salmone, tonno, sgombro, trota…) in quanto questi acidi grassi svolgono un’azione protettiva sul sistema cardiovascolare.
  • Limitare il consumo di affettati e formaggi al massimo 2 volte a settimana.
  • Limitare il consumo di uova al massimo n. 2 uova 1 volta alla settimana.
  • Bere ogni giorno almeno 1,5-2 litri di acqua scegliendo fra quelle povere di sodio.
  • Evitare il fumo!
  • Evitare o almeno limitare l’alcool assumendone se e quanto previsto nella dieta!
  • Evitare i superalcolici!
  • L’attività fisica ha  effetti positivi nel ridurre l’ipertensione arteriosa. E’ quindi importante avere uno stile di vita attivo (ad esempio preferendo le scale all’ascensore, facendo i piccoli tratti di strada a piedi e non in macchina…) e svolgere una regolare attività fisica moderata da 45-60 minuti almeno 3 volte alla settimana (ad esempio di camminata o corsa, nuoto, cyclette, palestra…).