CARBOIDRATI: FIBRA INSOLUBILE

Gli alimenti ricchi in carboidrati rappresentano la principale fonte di energia per l’essere umano, fornendo almeno la metà delle calorie della dieta giornaliera.

Tuttavia, dal punto di vista fisiologico-nutrizionale, è necessario suddividerli in base alla loro biodisponibilità:

  • Disponibili (monosaccaridi, disaccaridi, polisaccaridi)
  • Non disponibili (fibra alimentare)

La fibra alimentare, altresì definita fibra dietetica, è una componente degli alimenti derivata dalle piante, non digeribile dall’organismo umano, a causa dell’assenza dell’enzima deputato alla scissione di questa componente glucidica. Eppure, sebbene non sia fonte di calorie, e sia quindi priva di valore nutrizionale per l’uomo, la sua presenza nella dieta è comunque fondamentale.

Definizione:

– Fisiologica, “la fibra alimentare è la componente dietetica resistente alla degradazione da parte degli enzimi del corredo enzimatico”;

– Chimica: “la fibra alimentare è la somma dei polisaccaridi di origine non amidacea e della lignina”.

La fibra alimentare è generalmente riferita a polisaccaridi non amidacei, ma vengono considerate spesso “fibra” anche sostanze non fibrose (pectina), oltre a sostanze non glucidiche che compongono le pareti delle cellule vegetali come lignina, esterifenolici, cutina, materiali cerosi, suberina.

La principale classificazione suddivide la fibra alimentare o dietetica in due categorie:

— Fibra solubile;

— Fibra insolubile.

 

Fibra insolubile

Come si evince dalla definizione stessa, tali fibre non risultano solubili in acqua, pertanto i principali effetti sull’organismo ne sono diretta conseguenza:

— Assorbimento e mantenimento di acqua all’interno del lume intestinale;

— Mantenimento di gas all’interno del lume intestinale;

— Aumento di volume e morbidezza della massa fecale;

— Aumentata motilità intestinale, tradotta in una maggior velocità di transito della massa fecale;

— Pulizia dell’intestino grazie all’aumentata motilità intestinale.

 

 

Alla classe delle fibre insolubili appartengono:

– Polisaccaridi ad alto peso molecolare;

– Cellulosa;

– Emicellulose;

– Lignina;

– Polidestrosio.

 

Sono presenti in:

. Cereali integrali e derivati non raffinati;
 
. Orzo integrale;
 
. Verdure;
 
. Legumi;
 
. Radicchio rosso;
 
. Melanzane;
 
. Carote;
 
. Pera;
 
. Cipolla.

 

Attachment

  • appetite-1239259__340
  • cereal-1543189__340